QS Italia | Certificazione del personale: 4 errori che si fanno spesso
12685
single,single-post,postid-12685,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-2.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Certificazione del personale: 4 errori che si fanno spesso

image_preview (1)

Certificazione del personale: 4 errori che si fanno spesso

08:45 02 ottobre in News
0 Comments
Se vuoi assicurarti che determinate figure professionali possiedano, mantengano e migliorino nel tempo la necessaria competenza, allora, devi sapere che ci sono degli errori che potresti commettere e che molti prima di te hanno commesso.
Le competenze vengono intese come l’insieme delle conoscenze, delle abilità e delle doti richieste per i compiti assegnati.
Per questo motivo, il processo di certificazione prevede varie fasi: 
– Presentazione della candidatura 
– Analisi documentale 
– Esame di certificazione 
– Rilascio della certificazione (delibera)
Purtroppo durante ognuna di queste fasi, se non si ha il consulente giusto, si possono commettere almeno quattro errori che potrebbero compromettere il percorso di certificazione.
Quali sono gli errori?  
Noi di Qs Italia li abbiamo individuati e ve li elenchiamo brevemente qui di seguito:
  1. Scelta di un ente certificatore che non fornisce un reale supporto
Sono molti i dubbi che possono sorgere, pensa banalmente alla presentazione della documentazione e alla relativa analisi. Se non hai qualcuno che ti supporta, sarà difficile procedere in modo spedito nel processo per ottenere la certificazione.
  1. Non valutare le opportunità di finanziamento
Esistono incentivi economici per le aziende che vogliono intraprendere tale progetto! Al fine di favorire le aziende che intendono certificarsi il proprio personale, quasi tutte le regionali hanno previsto specifici finanziamenti per le piccole e medie aziende con percentuali variabili.
  1. Scegliere una figura che non è l’effettivo decisore all’interno dell’azienda
Una volta scelta la società di consulenza, quest’ultima dovrà essere di supporto nell’individuazione del responsabile assicurazione qualità interno, figura che nelle piccole aziende coincide sovente con la direzione e nella redazione di tutti i documenti necessari. Il responsabile assicurazione qualità, come insegnano le aziende già certificate, è bene che sia un responsabile a tutti gli effetti e che abbia le capacità di comunicazione e di coinvolgimento verso tutti i dipendenti.
  1. Decidere di non rinnovare la certificazione del personale
È relativamente “semplice” ottenere la certificazione del personale, non è semplice gestire il sistema nel tempo e mantenerlo attivo.  L’ente certificatore deve aiutare il responsabile nel portare avanti il sistema in maniera autonoma, con il minimo sforzo.
Qs Italia si pone sul mercato internazionale nella convinzione che le certificazioni per un organizzazione non siano un peso ma un modo semplice e costruttivo per raggiungere i propri obiettivi.
L’esperienza ultra-ventennale maturata dai soci fondatori e dai suoi auditor offre la possibilità di fornire certificazioni al proprio sistema di gestione in modo pratico e sostenibile.
Le nostre competenze tecniche ci permettono di certificare i più ampi settori di attività possibili ponendo come obiettivo un rapporto preparato e competente durante le visite presso la vostra sede.
Chiedici di più sulla certificazione del personale.
Inizia questo percorso di certificazione con un Organismo di Certificazione (OdC) indipendente.

QSItalia

info@qsitalia.net
No Comments

Post A Comment